.
Annunci online

  maurovergari CONSUMERTECH: in difesa dei diritti dei consumatori tecnologici! Il libero pensiero di chi dedica il proprio tempo in difesa dei diritti dei consumatori.
 
prova della TV DI 3
 




QUESTO BLOG
E' DEDICATO AI
CONSUMATORI
DI
TECNOLOGIE.
PIU' SIAMO
MEGLIO
STIAMO.

DIFFONDILO!!!












SE VUOI
RICEVERE
GLI
AGGIORNAMENTI
DI QUESTO
BLOG INVIA
UNA MAIL A:
mauro.vergari@fastwebnet.it








   SAN
POLICARPO





31 ottobre 2006

CONCLUSIONE PROVA TV MOBILE: se ci fosse la rete allora si!

Quando ho cominciato la prova era il 6 settembre, sono quindi ormai 56 giorni che utilizzo il tvfonino della “3”. Arrivo quindi alle conclusioni. Durante la prova ho anche cercato di capire, mettendole a confronto,  se la tecnologia DVB-h è veramente indispensabile per la mobilità o poteva bastare la sorella maggiore , cioè il DVB-T. La conclusione è che in assenza di una copertura totale del DVB-T,  il DVB-H può agevolare la ricezione in mobilità con piccoli apparati (il cellulare) e con basso dispendio di energia (batteria), favorendo così il mercato della pay tv mobile.

Ora mi pongo una domanda: “dopo essermi abbonato per 2 mesi al pacchetto televisivo proposto da “3”, con una spesa complessiva di € 38, continuerò ad abbonarmi? Risposta: “finchè la rete non è diffusa non mi abbono, forse occasionalmente attiverò la tv per un giorno!”

Potrei concludere qui il commento ma non sarebbe giusto. Voglio, invece, spiegare il perché. Per farlo cercherò di stilare una pagella:

 

Qualità tvfonino LG U900 (funzioni telefoniche)                                              voto  9

Qualità visione programmi televisivi complessivamente                                    voto  7,5

Qualità visione programmi sportivi                                                                  voto  6

Qualità visione partita calcio                                                                           voto  5,5

Qualità ricezione segnale all’aperto                                                                 voto  4

Qualità ricezione segnale al chiuso (non garantito dal contratto)                       voto  3

 

Non entro in meritò alla qualità del cellulare che, come avete capito è di ottimo livello.

Buona anche la nitidezza delle immagine e il contrasto, si vede veramente bene anche se, chi ha difficoltà nella lettura deve, necessariamente, inforcare gli occhiali. Purtroppo il segnale è troppo compresso, creando spesso un’immagine squadrettata, sopportabile per i film e immagini in studio ma insopportabile nelle immagini veloci, come può essere la trasmissione di una partita di calcio. Spesso non si riesce a capire dov’è il pallone. Certo se non abbiamo di meglio e si è veramente tifosi, ci si può accontentare.

Se decidiamo di andare in giro per la città,  a piedi o in macchina o sui mezzi pubblici allora, occorre rassegnarsi a seguire i programmi ad INTERMITTENZA. Non è sicuramente piacevole perdersi un calcio di punizione o la sparatoria di un film o anche la notizia di un TG. Occorrerebbe fermarsi dove si riceve bene e seguire il programma, ma che tv mobile è allora?? Infatti le insufficienze sono tutte per la ricezione del segnale. Al chiuso è quasi impossibile vedere qualcosa, ma “3” informa con chiarezza in merito. Ma anche per la visione all’aperto “3” dovrebbe informare il consumatore che non si garantisce la visione continuativa.

Nel primo periodo, per la prova, andavo sempre in giro con il tvfonino in mano, anche se non avevo nessuna voglia di guardare la televisione, nel secondo mese però, ho acceso  la tv solo in occasioni specifiche, con il desiderio di vedere uno specifico  programma. Accendere, sintonizzarsi sul canale scelto e poi sentire e vedere a singhiozzo, fa passare veramente la voglia. Ormai è più il tempo che ho il tvfonino nel taschino che il tempo che lo guardo.

E’un vero peccato. Si è scelto di lanciare un servizio che potrebbe divertire ed essere anche utile(pensate alle notizie di pubblica utilità, come è accaduto per esempio con  l’incidente alla metro qui a Roma) senza sviluppare una rete di trasmissione adeguata. Tenendo in mano LG U900 si percepisce di utilizzare una tecnologia veramente innovativa ma la scarsezza del segnale penalizza tutto. La realtà e che siamo ancora in una fase primordiale, dire sperimentale non è corretto, perché dove c’è il segnale il sistema funziona e bene, siamo semplicemente all’inizio. Occorrerà investire, ancora  tanti soldi,  per arrivare alla visione ottimale, nel frattempo i consumatori sono chiamati a fare le cavie, a pagamento naturalmente, ma quanti saranno intenzionati a farlo per la tv, che si vede benissimo seduti in salotto. Agli albori della telefonia mobile, quando il telefono mobile era solo in macchina e quello portatile era una valigia, molti sono stati disposti a spendere cifre folli per fare telefonate che cadevano continuamente. Telefonare in mobilità era una vera novità, comunicare ovunque e senza vincoli era il sogno di molti, ma guardare un TG in movimento e veramente così indispensabile? La tv non è meglio guardarla in salotto? Non è meglio ascoltare la radio?

Forse è meglio aspettare quando tutto si vedrà con certezza.

Per il momento “3” farebbe bene ad informare correttamente il consumatore, dichiarando la percentuale di copertura del territorio, Non serve a nulla satere se in una città la copertura è  totale o parziale o nulla, queste notizie sono indicative per acquistare un ricevitore fisso, ma per il mobile bisogna capire quanto si potrà la tv mobile analogamente a a quanto accade per la telefonia.. Se è tv mobile, si deve vedere muovendosi per tutta Italia. Se il segnale è a macchia di leopardo,  occorre dirlo e sarebbe anche giusto comunicare come evolverà la rete e in che tempi.

I consumatori non sono limoni da premere. Molte sono ancora le domande che rimangono nella mia testa: la rete DVB- H degli altri operatori come sarà? Quando non ci sarà più la tv analogica si vedrà in mobilità con qualsiasi televisore portatile? Perché il servizio pubblico, RAI, non garantisce la ricezione in mobilità, gratuitamente, garantendo informazione a tutti i cittadini? L’Agcom e il Ministero delle comunicazioni,non dovrebbe vigilare e garantire la commercializzazione di servizi funzionanti integralmente?

Lo scopo di questa prova non era ne  bocciare ne  promuovere un servizio, ma solo raccontare il suo utilizzo, perché per far valere i propri diritti per prima cosa occorre sapere. Spero di esserci riuscito.




permalink | inviato da il 31/10/2006 alle 19:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


7 ottobre 2006

9-PROVA TV DIGITALE MOBILE: delusione in treno

Riprendiamo le nostre prove. Altri impegni mi hanno impedito di scrivere in tempo reale ma vi garantisco che non ho mai abbandonato il tvfonino. In questo post vi racconto la prova del tvfonino sulla rete ferroviaria.  nazionale.                          

Il treno è sicuramente uno dei luoghi dove avere con se la televisione fa sicuramente piacere, un modo ideale di passare il tempo e non sentire la pesantezza del viaggio.

La prima prova in treno è avvenuta il 27 e il 28 settembre ed è stata eseguita da Teresa, un’altra collaboratrice di Adiconsum. Teresa prende sempre il treno per andare da casa al lavoro e viceversa, infatti abita vicino Roma,  a circa 40 Km dalla capitale, precisamente ad Ariccia, famosa nel mondo per la porchetta.  Precisiamo subito che “3” dichiara che in questa cittadina dei castelli romani il segnale della tv digitale mobile non è ancora arrivato, quindi ci aspettiamo di vedere la tv solo durante il viaggio.

Teresa ha svolto perfettamente il suo compito, come una  brava scolara, ha scritto tutto dettagliatamente e mi ha consegnato il compito che ora vi riporto:

Stazione Termini: nel centro commerciale, sottoterra si vede tutto perfettamente (mistero della tecnica, forse perché è presente un negozio “3”),

Al binario 18: il segnale va e viene, si sale sul treno e una volta seduta la tv si vede con alcune interruzioni.

Casilina: perso il segnale.

Capannelle: sintonizzazione in corso per segnale assente.

Ciampino: si vede a tratti.

Marino e Castel Gandolfo: si vede abbastanza con qualche interruzione.

Poi più nulla.

Il 28 ritorno a Roma, si accende la tv che comincia a prendere qualche canale solo, come all’andata, a Castel Gandolfo. Si procede ad intervalli fino a vedere bene nei pressi di Ciampino, vicino al Raccordo Anulare si perde tutto ma nei pressi della via Tuscolana, anche se a tratti ritorna il segnale in modo apprezzabile. Incontro Teresa che mi restituisce il tvfonino e mi dice:”te lo puoi riprendere, quando si vedrà con continuità me lo ridai. Però una cosa positiva  è accaduta, tutti mi guardavano e sbirciavano per vedere cosa avevo in mano.”

Cara “3” occorre potenziare la rete!!!!!!!

 ----------------------------------------------------------

Altra prova in treno. Il 29 settembre devo andare a Vicenza, al Satexpo per una tavola rotonda e colgo l’occasione per vedere se il tvfonino può essere un amico di viaggio. Tutto comincia da Verona, nella città di Giulietta e Romeo, infattici, ci arrivo con l’aereo. In aeroporto, a Villafranca ,accendo il tvfonino, si vede. Prendo il Bus per Verona tranne 2 interruzioni riesco a vedere. Qui prendo un altro bus per Vicenza. Nella periferia di Verona la tv si vede come a Roma a tratti, ogni tanto si blocca l’immagine e poi riprende. Sull’autostrada benino, da Soave a Montebello non perdo nulla, qui avviene un nuova risintonizzazione e vedo a tratti a Montecchio peggiora , al casello di Vicenza mi dice a che la tv non è sintonizzabile. Era previsto, infatti anche il sito di “3” informa che a Vicenza la tv non c’è.

Per tutta la permanenza nella città del Palladio non utilizzo la tv digitale mobile.

Il 30 settembre ritono a Roma e il viaggio devo farlo tutto in treno, la linea che percorro è Vicenza-Padova-Bologna-Firenze- Roma.  Punti critici, cioè vera assenza di segnale fra Ferrara e  la provincia di  Bologna, ovviamente niente tv nel tratto appenninico fino a Firenze. Da Arezzo a Settebagni nulla. Per tutto il resto del viaggio  tv con interruzione. Se avessi voluto seguire un film sarebbe stato impossibile, infatti mi sono sintonizzato su SKYTG24, almeno qualche notizia lo appresa.

Il giudizio quindi è negativo, almeno per i viaggi di lunga durata. Non abbiamo ancora una tv in mobilità, forse abbiamo una tv che si può vedere in alcuni spazzi aperti. Infatti a Bologna, dove ho dovuto aspettare la coincidenza, la tv mi ha fatto veramente compagnia e i 20 minuti che ho dovuto attendere sono passati in un attimo. Sono però convinto che alla stazione avrebbe funzionato un normale tv portatile con ricezione digitale DVB-T.

Avremmo mai accettato di pagare per utilizzare la telefonia  mobile  con le stesse interruzioni che esistono per la tv mobile???? Penso proprio di no. Perché dobbiamo farlo per la tv??? Con il telefono possiamo almeno richiamare per concludere il discorso, ma le immagini perse chi le restituisce????

 

 

 




permalink | inviato da il 7/10/2006 alle 11:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 settembre 2006

8-PROVA TV DIGITALE: inizia la sfida in autostrada

Sabato pomeriggio, inizio la sfida fra i due apparati di ricezione di televisione digitale mobile. Ho deciso un meta a circa 30 Km da Roma, Valmontone. Per raggiungerla bisogna percorrere parte dell’autostrada Roma – Napoli. Nella mia automobile colloco i due apparati accesi e inizio a muovermi: Parto da una zona centrale di Roma, nelle vicinanze della Basilica di S. Giovanni. Entrambi gli apparati si vedono bene, sono sintonizzato su RAI 2. Percorro la Via Appia e poi la via Tuscolana e non perdo mai il segnale. L’unica differenza è che per vedere in mobilità con il tvfonino devo pagare un abbonamento, mentre per vedere con il tv da 7’’ dell’Archos non pago nulla, tranne la tassa di possesso e il costo dell'apparato. Per il momento quindi sia il DVB-H che il DVB-T permettono di vedere RAI 2 in movimento. E’ evidente che il tvfonino è più pratico, infatti non necessita di collegamento alle antenne esterne e quindi si può collocare dove si vuole, dell'altro si apprezza lo schermo più grande ma si fatica di più a trovare un posto, soprattutto con una macchina piccola. Scopo della prova , però, è capire come si comporta la ricezione con i due sistemi. Nei pressi del quartiere Cinecittà, decido di abbandonare l’arteria principale, molto larga e infilarmi fra le vie limitrofe, più strette. Voglio vedere il comportamento fra i palazzi. Vi dico subito che il tvfonino vince  la sfida. Ogni tanto si blocca l’immagine ma solo per qualche istante (cosa noiosissima, ma ormai è un problema costante), mentre il televisore da 7’’ perde completamente la sintonia e per riagganciare il canale ci mette molto tempo. Per completezza devo dire che, comunque, anche fra i palazzi il sistema tiene ,infatti la perdita di segnale è avvenuta solo 2 volte. Mi ritrovo,  di nuovo, sulla Tuscolana, nei pressi del Grande Raccordo Anulare, i palazzi sono lontani e RAI 2 si vede benissimo con entrambi gli apparati. Posso affermare, ormai con certezza che negli spazzi ampi, sia con il DVB-H (tvfonino) che con il DVB-T (televisore dell’Archos) la tv digitale in mobilità funziona benissimo. Il fatto è che, negli spazzi aperti, funziona ugualmente  bene anche la tv analogica, basta agganciare un ripetitore che non sia coperto e il gioco è fatto. Ricordo che spesso, quando i miei figli erano più piccoli, per farli stare buoni, in macchina installavo un tv 5’’ portatile e riuscivano  a vedere la televisione per lunghi tratti, certo ora è meglio, perché in analogico, ad ogni curva occorreva riposizionare l’antenna a stilo. Ora sono sul G.R.A. e sto per imboccare l’autostrada. Tutto OK.

Supero Monte Porzio Catone ( 4 Km percorsi) e immediatamente sparisce tutto, su entrambe le televisioni. Il tvfonino mi comunica “impossibile avviare tv” e l’altro è diventato tutto nero. Fino A Valmontone nessun canale è visibile. Ho verificato, prima di partire, sul sito della "3" la copertura del segnale a Valmontone che risultava buona, purtroppo la relatà è diversa. Anche al ritorno stessa cosa, si rivede la televisione solo dopo avere oltrepassato Monte Porzio Catone, cioè a 4 Km da Roma.

A dire la verità un differenza c’è,  il tv da 7 ‘’ appena risintonizzato permette la visione di RAI2 solo per qualche minuto,infatti si è esaurita la batteria, mentre il tvfonino continua a funzionare perfettamente fina la mia ritorno a casa. Chi ha vinto??? Certamente il tvfonino ma ai punti. Le considerazione ora fatele voi, commentate, commentate pure.......




permalink | inviato da il 27/9/2006 alle 13:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 settembre 2006

7-PROVA TV DIGITALE MOBILE: vi presento lo sfidante

Del tvfonino sapete quasi tutto, quindi vi presento lo sfidante, mi riferisco al mobile DVR RV700TV, prodotto dall’ARCHOS, come vedete nella foto, è un televisore portatile di 7’’ schermo 16:9 con buona luminosità, riceve la tv digitale mobile in DVB-T (lo stesso sistema di trasmissione della tv ditale terrestre che utilizziamo per gli impianti fissi), sfiderà il tvfonino LG che riceve la tv digitale in DVB-H, stesso sistema ma con caratteristiche diverse.

Precisiamo, immediatamente, che l’idea della sfida è un gioco, gli esperti di tecnologia potrebbero storcere, giustamente, il naso, ricordo, però, che  la prova descritta su questo blog vuole essere solo il diario dell’utilizzo di un apparato,  da semplice consumatore che, il più delle volte, è tecnologicamente ignorante.

Non mi soffermo molto sulle tante caratteristiche del TV dell’Archos (registra su HD i programmi televisivi, si collega al televissore fisso, si possono vedere i propri filmati e le proprie foto, si possono ascoltare gli MP3) non è la scopo di questa prova, chi è interessato ad approfondire, navigando su internet, potrà trovare tantissime, ulteriori, informazioni.

Il TV mobile non è di facile trasporto, pesa circa 600 gr.(la PSP pesa 300 gr., il tvfonino pesa 100 gr.) ed è più grande di una PSP. Il suo uso è  però facile è intuitivo, infatti appena si accende appare un menù con delle icone chiarissime.
Seleziono la tv digitale, procedo alla sintonizzazione automatica ed ecco che dopo una ricerca di poco più di 1 minuto, sono identificati tutti i canali che normalmente si ricevono qui a Roma, con un decoder da tavolo. Occorre ricordare che con il RV700TV non si possono vedere la pay tv. Durante la sintonizzazione, ovviamente sono in macchina, parcheggiato. Qualcuno si starà chiedendo perché la sintonizzazione avviene da fermo, e non ,come con il tvfonino, in movimento. Tutto dipende dalle antenne. Insieme al tv mobile viene fornito un set di  2 antenne, inserite in una specie di, voluminosa,  copertina, come quella dei libri, che deve essere collegato, attraverso un lungo cavo, al televisore mobile. Un bel problema, veramente!!! Questo televisore non è certamente da tasca come può essere il tvfonino. Si potrebbe camminare per la strada ma portarsi il voluminoso set d’antenne è veramente scomodo, bisognerebbe avere sempre una borsa. Non è un prodotto per girare nelle città, dove si utilizzano anche i mezzi pubblici. Molto più pratico utilizzare questo visore mobile in auto. Nell’automobile, le antenne, grazie a delle ventose, possono essere posizionate sul vetro (come vedete, in alto a destra,  nella foto),

garantendo, così, una buona ricezione. Le antenne sono due, perché l’apparato è dotato di un sistema intelligente, che di volta in volta , utilizza l’antenna con maggiore ricezione, garantendo, così, la visione in movimento.

Scopo della prova è capire  con quale apparato si riceve meglio la tv digitale in mobilità. Da fermo, almeno nella strada dove sono posizionato, il segnale è buono per tutti e due gli apparati, quindi i programmi si vedono benissimo.  Ovviamente con il tv da 7’’ la visione si gusta di più, e non si spende un soldo per vedere RAI 1(oltre il costo del televisore), ma se devo scendere dall’auto o vedere un evento esclusivo, come per esempio il calcio allora diventa indispensabile avere il tvfonino di “3”. A questo punto non accorre far altro che mettere in moto e andare…….




permalink | inviato da il 23/9/2006 alle 21:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 settembre 2006

6-PROVA TV DIGITALE MOBILE: annuncio nuova sfida.

Ma per la TV in  mobilità, fra il DVB-H e il DVB-T,  chi vincerebbe in una ipotetica sfida? E' proprio vero che per vedere la tv in movimento occorre utilizzare il DVB-H? MI pongo queste domande mentre utilizzo, in prova, il tvfonino di "3". Decido allora di trovare su internet cosa esiste in commercio per vedere la tv digitale in movimento. Trovo svariati prodotti ma la mia attenzione cade sun un bel tv dogitale terrestre da 7 pollici con HD integrato da 40 Gb, garantitala ricezione fino a 130 Kh. E' il prodotto giusto per una SFIDA. Il TV è un AV700TV dell' ARCHOS.
Fra qualche giorno potrete leggere la sfida qui sul blog, il confronto fra il DVB-H e il DVB-T Inizia.




permalink | inviato da il 20/9/2006 alle 9:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 settembre 2006

5-PROVA TV DIGITALE MOBILE: novità in auto

Non c’è che dire, ho trovato un’applicazione della tv digitale mobile di 3, niente male. Come vedete dalle foto mi riferisco all’utilizzo in auto. Vedere la televisione in macchina credo sia una cosa che molti desiderano. Certamente non per il guidatore che distraendosi potrebbe provocare gravi incidenti, ma per i passeggeri è veramente un passatempo opportuno, soprattutto quando si sta fermi nel traffico.

Ho trovato il modo di collegare l’audio del tvfonino allo stereo dell’auto, infatti l’auricolare dell’LG è compatibile con un ingesso AUX dell’autoradio. Basta munirsi dell’ apposito cavetto e il gioco è fatto. Non solo si sente amplificato l’audio dei canali televisivi ma è possibile anche ascoltare le telefonate in arrivo e rispondere attraverso il microfono della cuffia, insomma un perfetto vivavoce.

Come vedete, la mia Multipla permette di allocare il tvfonino, sfruttando gli spazzi disponibili, in altre macchine è possibile, comunque, sistemare il cellulare con gli appositi porta cellulari in commercio. Quando c’è segnale è un vero piacere viaggiare, ascoltando un ottimo audio e guardando il programma preferito. Sto andando a Frascati, sono partito da S. Giovanni (circa 30 km), non ho mai perso il segnale. Gli occupanti dell’auto hanno potuto seguire “L’isola dei famosi” in piena tranquillità.

Anche per me che sto guidando, non dispiace ascoltare la trasmissione e buttare un’occhiata al visore quando sono fermo ai vari semafori che incontro. Se il segnale fosse sempre stabile come ora e lo schermo fosse un po’ più grande, saremmo vicino alla perfezione, ma per ora mi accontento.

Suggerirei a “3” di fare qualche accordo con i costruttori di autoradio. Non sarebbe male entrate in auto, inserire la propria USIM (caso mai una ulteriore copia offerta da “3”) nell’autoradio, dotata di piccolo visore e gustarsi i programmi televisivi, sicuri di non perdere neanche una telefonata. Se accadrà, spero che “3” si ricorderà di me.




permalink | inviato da il 16/9/2006 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


14 settembre 2006

4-PROVA TV DIGITALE MOBILE: la copertura del segnale

Quanto è accaduto nell’ultima prova (descritta nel precedente post) ha suscitato in me una forte curiosità in merito alla copertura del segnale della tv digitale mobile. Sul sito della 3 ho trovato tutti i dati relativi alla copertura nazionale, con una ricerca città per città. Ho subito cliccato ROMA e ho scoperto che nella Capitale  la copertura del segnale DVB-h è parziale. Ecco spiegato perché nel centro storico la tv digitale mobile si vede ad intermittenza, mentre, per esempio, nella zona Tuscolana –Appia  il segnale è stabile. Nel sito di 3 viene anche specificato che la situazione non è definitiva, infatti la rete dvb-h è in continua crescita e che nel tempo in segnale diventerà stabile (il quando non è dato saperlo).

Ricapitolando, per gustare la tv in mobilità, occorre trovarsi in un luogo aperto e in una località dove il segnale è buono, altrimenti addio mobilità. 3 nell’informazione è perfetta perché “consumatore informato mezzo salvato”




permalink | inviato da il 14/9/2006 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


12 settembre 2006

3-PROVA TV DIGITALE MOBILE: oggi proprio non va!!!!

Oggi ho degli appuntamenti nel centro di Roma, devo prendere svariati mezzi pubblici e decido quindi di portare con me il videofonino per vedere un po’ di tv nell’bus ed ingannare il tempo.

Con la metropolitana arrivo in Piazza delle Repubblica, sono circa le 12.40, e appena all’aperto accendo il videofonino e attivo la sintonizzazione della tv. Su RAI 1 c’è l’ennesima replica, il medico in famiglia. Nel frattempo sono arrivato alla fermata del 64 , devo arrivare in Piazza della chiesa nuova. Per chi non è di Roma spiego meglio il percorso, siamo in pieno centro storico, devo percorrere via Nazionale, superare  Piazza Venezia ,continuare per piazza Argentina ,Corso Emanuele II ed infine a destinazione ,Piazza della Chiesa Nuova. E’ un percorso molto utilizzato, infatti , collega la stazione Termini a San Pietro. Ecco il bus, salgo sempre stando su RAI 1 e con l’auricolare seguo la puntata.

E’ il momento in cui decidono di occupare la A.S.L. per fare l’ospedale famiglia, ecco che però si blocca l’immagine, si vede Guido (il medico) che parla al telefono, passano alcuni secondi e appare la scritta, SEGNALE TV DEBOLE  RICERCA DEL SEGNALE IN CORSO. Finalmente il segnale ritorna, c’è una paziente che discute con altri pazienti, cosa sia successo prima non posso saperlo. Cerco di continuare a seguire la puntata ma ecco di nuovo si interrompe il segnale, ritorna e si interrompe di nuovo, ad intermittenza appare la scritta che indica la ricerca del segnale. Non riesco più a capire la trama di ciò che stavo vedendo, non riesco neanche a cambiare canale perché il sistema, quando manca il segnale, blocca tutto. Passo davanti la Banca D’Italia e non c’è segnale, in via IV Novembre torna, in piazza Venezia non si vede niente, fino a piazza della Chiesa Nuova per altre 8 volte, circa, appare la famosa scritta ricerca del segnale. Sono deluso da quanto è accaduto, soprattutto perché sono in piena centro, potrei capire la scarsa copertura in una zona poco abitata ma nel centro storico di una grande città non è accettabile. Poi mi chiedo se non posso vedere la tv nel bus dove la devo vedere ? Seduto su una panchina di qualche piazza?

Non essendo totalmente convinto della possibile scarsa copertura del segnale e credendo in problema occasionale decido di fare al ritorno lo stesso percorso.  Sono ora le 15.30,  prendo il bus ritornando a piazza Venezia, non è cambiato nulla, visione ad intermittenza. Scendo in piazza Venezia e anche a piedi il segnale va e viene, appare sempre la stessa scritta di ricerca segnale. Prendo un altro autobus, ritorno per via Nazionale e come prima il segnale è instabile, nel rione Monti, tutto torna normale,  uguale per via Cavour  ma al Colosseo il segnale va via, ritorna dopo cerca 1 minuto . Arrivo in piazza S. Giovanni, scendo dal bus  e sparisce di nuovo la visione, mi perseguita la scritta per tutta la piazza. Sono così preciso nei dettagli per permettere a 3, che spero legga questa prova, di intervenire. Ritornato in via appia, quindi in periferia, diretto verso la zona sud di Roma, non ho perso più il segnale. Oggi credo di avere provato la TV DIGITALE QUASI MOBILE. Comunque ripeterò il percorso di oggi fra un po’ di tempo, può darsi che i problemi da me verificati siano dovuti ad un guasto odierno.Spero.




permalink | inviato da il 12/9/2006 alle 23:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


8 settembre 2006

2-PROVA TV DIGITALE MOBILE: la partita di pallannuoto

Ormai vado in giro per Roma sempre in compagnia del videofonino. Sembrerò anche un po’ scemo, sempre con il cellulare in mano e auricolare. Non uso mai la macchina girando per Roma, sempre mezzi pubblici, quindi la tv fa passare il tempo.

Alle 18.30 circa sul RAI 2 è in onda la semifinale dell’europeo di pallanuoto femminile,mia moglie e mia figlia entrano in un negozio, resto fuori e ne approfitto per vedere la tv. Si vede bene ma non benissimo. Cerco di spiegarmi. Lo sport in tv così piccolo è faticoso da vedere, ma la perfetta definizione fa accettare il programma. Nel caso della pallanuoto però la visione non è ottimale. La risoluzione con la quale si trasmette in DVB-H non è molto alta, infatti in certi passaggi veloci si vede uno squadrettamento. L’acqua, nel mio caso della partita di pallanuoto, è sempre in movimento e i spostamenti della telecamera sono molto veloci per seguire il gioco. I quadretti sono abbondanti e non mi fanno vedere con chiarezza i goal fatti. Peccato. Per fortuna ha vinto l’Italia!

Precisiamo, per non confondere, si vede tutto bene ma in certe situazione diventa difficile distinguere i particolari. Mi sono spostato su SKY calcio, c’e una partita di calcio, si vede piccolo ma si distingue tutto bene, ovvio il perché, l’erba non si muove come l’acqua della piscina.




permalink | inviato da il 8/9/2006 alle 15:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


7 settembre 2006

1- LA PROVA DELLA TV DIGITALE MOBILE: L'attivazione

L’attivazione non è difficile. Quando si preme un numero sulla tastiera, come fosse un telecomando, ci si collega al canale prescelto. Quindi premo1 dove dovrebbe esserci RAI 1 e mi appare una schermata con indicati i vari pacchetti con i relativi prezzi: 1 giorno, 1 settimana, 1mese, 6 mesi (per i prezzi basta andare sul sito della tre). Con il cursore del cellulare evidenzio la mia scelta, cioè 1 mese, e lancio OK. Ecco di nuovo apparire il robot e una scritta che mi informa che è in corso l’acquisto e mi invita a non abbandonare la pagina in visione e a rimanere sotto la copertura DVB-h.

Per essere chiari,quando si decide di comprare un pacchetto non vi dovete muovere, non dovete toccare il cellulare ed è preferibile stare in esterno (infatti, come indicato dalla stessa TRE, non è garantitala ricezione negli interni), tutto questo per oltre 15 minuti circa. Se la procedura non si conclude correttamente si corre il rischio di non vedere nulla e di pagare ugualmente. Dopo occorre ricorrere al servizio clienti e tutto si complica.

FARE ATTENZIONE: durante la procedura di acquisizione dell’acquisto potrebbe riapparire la pagina che elenca i vari pacchetti, quella che avete utilizzato per iniziare l’acquisto, NON VUOL DIRE CHE LA PROCEDURA E’ TERMINATA. Attendete ancora.

Passati i 15 minuti premo un numero a caso ed ecco apparire SKY cinema, vedo benissimo un film di Totò.  Scorro gli altri canali, il passaggio da un canale all’altro è un po’ lento, occorre aspettare che il canale venga caricato, circa 3 secondi Premendo OK durante la visione appare anche il titolo del programma e l’argomento, come avviene con i decoder digitali sat e terrestri., è presente anche la guida ai programmi. Per essere sicuro che tutto funzioni al meglio esco completamente dal servizio TV e riattivo di nuovo il servizio. Il robot mi dice di attendere e dopo pochi istanti appare la 3 Live, faccio Zapping e tutto funziona.

La prima attivazione è quindi abbastanza semplice anche se è consigliabile non farla in modo frettoloso. A TRE consiglierei di modificare le schermate che appaiono durante la procedura, perché le attuali potrebbero indurre in errore, sarebbe meglio un messaggio del tipo: ATTENDERE……ACQUISTO IN CORSO, NON ESCIRE DA QUESTA PRODEDURA, seguito poi da un messaggio: ACQUISTO EFFETUATO…. PUOI PROCEDERE ALLA VISIONE DEI CANALI.




permalink | inviato da il 7/9/2006 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


6 settembre 2006

l'inzio con un LG U900

                                                         
                                                       

Un bel tvfonino, in linea con gli altri telefoni della LG, facili da usare e affidabili. Certo preoccupa un po' il fatto di avere sempre il vetro del telefono non protetto, bisogna sempre preoccuparsi di dove si colloca il tvfonino. Se si chiudesse a chiocciola sarebbe sicuramente meglio. Anche l'apertura, per scoprire la tastiera mi preoccupa, la rotazione dello schermo avviene molto spesso, soprattutto per fare telefonate, mi chiedo se sarà duraturo. Nel complesso un bel telefono sicuramente da valutare con un voto pieno, per me un bel 8.
Inizio subito ad attivare la TV. Basta premere il tasto TV e posizionare la schermo e subito appare un robot con la scritta "avvio in corso", poi si procede all'aggiornamento della guida programmi ( chi usa il satellite o il digitale terrestre è abituato a tale tipi di ricerca) e dopo pochissimo appare il canale 3live. Ovviamente non bisogna dimenticare di alzare l'antennina posta dietro il tvfonino, altrimenti si rischia di vedere a tratti o addirittura di non trovare canali. La prima attivazione è preferibile farla in luogo aperto ed in piena copertura DVB-H. Negli interni ,infatti, non è garantita la visione.
Mi stupisco per l'ottima visione!!! Ottimo contrasto e ottimo colore, la qualità digitale che si esprime al meglio grazie alle ridottissime dimensioni dello schermo. Al primo impatto sembra che non dia fastidio guardare. canale 3Live è un una specie di guida dei programmi. E' un canale gratuito che non necessita di pagare nessun canone. Si alternano dei conduttori che spiegano e fanno anche vedere cosa si sta trasmettendo negli altri canali del pacchetto. Guardando 3 Live viene voglia di abbonarsi e gustare anche gli altri programmi. Quindi premo il tasto uno per vedere RAI 1, non avendo pagato ancora nulla, mi appare  una schermata chi mi indica i vari pacchetti e mi invita ad acquistarli. Avendo solo € 3 di credito nella prepagata, decido di caricare almeno € 30 per poi procedere all'attivazione dell' abbonamento mensile che costa € 29 ma che per settembre è in offerta a € 19.......





permalink | inviato da il 6/9/2006 alle 10:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


5 settembre 2006



PROVIAMO LA TV MOBILE

Iniziamo un nuovo servizio. Per un mese vi racconterò su queste pagine l'utilizzo della tv mobile di 3. Il racconto dei pregi e dei difetti di questa importantissima novità tecnologica. Ovviamente potrete tutti interagire facendo richieste specifiche in relazione alla prova. Ogni vostra curiosità verrà tolta. INSIEME SCOPRIREMO COSA VUOL DIRE ANDARE IN GIRO CON LA TELEVISIONE IN TASCA.




permalink | inviato da il 5/9/2006 alle 20:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     settembre       
 

 rubriche

Diario
comunicati ufficiali
I primi tempi
la mia storia
prova della TV DI 3
ITALIA DIGITALE

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Adiconsum
osservatorio ICT
Dario Bonacina
Davide Giacalone
La mia pagina in Adiconsum
digitale terrestre
tv digitale
Garante Comunicazioni
Paolo Gentiloni
punto informatico
ministero comunicazioni
un casalingo di voghera
beppe grillo
inovazione digitale
Alessandro Longo
scherma
Paolo Zocchi
Il blog di un esperto
Stefano Quintarelli

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom